sabato 17 maggio 2014

Il cardellino, Donna Tartt

Ho avuto l'immensa fortuna di leggere "Dio di illusioni" (qui troverete le ragioni per amarlo) nello stesso anno in cui è uscito The Goldfinch. Dalle vostre labbra potrebbe scaturire un lecito "embè?". Eppure, cari miei, c'è tutta la differenza del mondo. Donna Tartt, infatti, ha deciso di torturare i suoi lettori, pubblicando un libro ogni dieci anni. Capirete bene che è stata una fortuna leggere i suoi due capolavori  (nutriamo dei ragionevoli dubbi su "un piccolo amico", secondo romanzo della scrittrice americana), in un arco di tempo relativamente breve, considerando il fatto che dovrò stare a digiuno per un decennio. Sigh. Nel frattempo, ci sarà tempo di rileggerli e rileggerli e rileggerli e rileggerli ancora. Ringraziando il cielo, sono tutti giganti interminabili.

2 commenti:

  1. non conoscevo questa scrittrice e solo di recente ne ho sentito parlare come di una grandissima figura della letteratura contemporanea americana. Mi incuriosisce molto! Metterò in wish list Il cardellino, ma forse dovrei partire dal primo romanzo...Grazie dell'interessante video-recensione :)

    RispondiElimina
  2. Rieccomi qua!
    Letto e amato molto (pur con qualche piccola fisiologica riserva!). Ne ho anche scritto sul mio blog
    http://margherita-nulladipreciso.blogspot.it/2014/07/i-love-books-72-il-cardellino.html
    Adesso sono curiosa di leggere Dio di illusioni :)

    RispondiElimina